Sanità Futura

Comitato di Crisi Sanità Lucana

Sanità lucana, dal dicembre nero alle proposte per il 2015

Pubblicata il: 2015-01-15

La fine del 2014 ha visto l'aggravarsi di numerosi problemi in ambito sanitario che hanno portato alla perdita di posti di lavoro e all'allungamento delle liste di attesa, con conseguente disagio e ingiustizia sociale.
 
Sanità Futura non solo, già da tempo, aveva fatto suonare i campanelli di allarme e posto all'attenzione delle istituzioni i pericoli a cui si andava incontro, ma aveva anche, in più occasioni, presentato proposte alternative ed indicato soluzioni (molte delle quali “a costo zero”). Tutte istanze ragionevoli e più che legittime, nell'interesse dei cittadini Lucani, delle strutture sanitarie rappresentate da Sanità Futura, dei lavoratori impiegati in esse e dei professionisti che vi prestano la propria attività.
 
Purtroppo, abbiamo visto spesso queste istanze cadere inspiegabilmente nel vuoto, e con amarezza siamo giunti a dicembre in una condizione di profonda crisi che ci ha portato alla mobilitazione di categoria denominata "Dicembre Nero".
 
Vogliamo adesso ripartire, "lasciare il nero alle spalle" e proseguire nel percorso virtuoso che ha visto le strutture sanitarie a noi associate creare posti di lavoro, offrire prestazioni essenziali e di qualità ai propri utenti e realizzare così un servizio per conto della Regione scevro da sprechi e altamente competitivo, capace di attrarre utenza dalle regioni limitrofe, come già in parte accade.
 
Del resto, lo spirito dell'associazione Sanità Futura, sin dalla sua nascita, è stato sempre animato da intenti costruttivi e rivolto al dialogo e al confronto per offrire un reale contributo alla costruzione del modello di buona sanità: il suo scopo era, ed è ancora, quello di realizzare una forte integrazione e collaborazione fra strutture sanitarie pubbliche e strutture private convenzionate, essendo entrambe parte del sistema sanitario pubblico e pertanto non in contrasto fra loro.
 
Realizzare un sistema sanitario che sia un esempio positivo, un fiore all'occhiello per la nostra Regione.
 
Da parte nostra la volontà di certo non manca. Non siamo solo noi a chiederlo, sono i nostri pazienti-cittadini, le famiglie dei nostri impiegati, l'intera regione Basilicata.
 
Il 2015 si è aperto con un'agenda di eventi molto importanti per la Regione e la Sanità Lucana: la previsione di bilancio 2015 e le nomine di nuovi dirigenti in importanti settori della sanità pubblica.
 
A tal proposito, Sanità Futura rivolge i migliori auguri di buon lavoro al Dottor Bochicchio, al Dottor Quinto, al Dottor Cugno e al Dottor Maglietta, fiduciosi riguardo le loro competenze e la loro lungimiranza.
 
Così come ancora riponiamo speranza nella capacità dei nostri governanti che, ancorchè chiamati a difficili scelte imposte dall'attuale crisi economica, siano in grado di discernere con attenzione dove tagliare, colpendo gli sprechi e la malagestione e lasciando i rami sani del sistema sanitario, in modo tale che portino nuovi frutti per il 2015 e gli anni a venire.
 
Le nostre aspettative, in particolare, sono riposte nella nuova fase di concertazione che si aprirà a breve e che noi continueremo ad interpretare come concertazione efficace e costruttiva, senza lascare spazi alla ritualità.
 
Vorremmo che il 2015 sia un anno pieno di soddisfazioni, di svolte positive, un anno da poter raccontare con orgoglio e che rimanga nella storia.
 
Sanità Futura è pronta ad accettare la sfida e, come sempre, a fornire la propria collaborazione e il proprio contributo positivo.
 
Michele Cataldi, presidente Sanità Futura